Il Diario di Tinton











{2009-11-02}   Frozen River (Film)

Visto 30 ottobre 2009 con Rosa e Olga in inglese con sottotitoli in italiano. Passato dal Mauro.

Storia

Donna con due figli non ha sacchi, ha mandato via il marito, e per raccimolare 4mila dollari si mette a importare clandestini attraverso un fiume congelato tra Canada e USA, sul territorio dei Mohawk.

Opinioni

Film molto informativo, fa vedere un angolo di vita americana, gente povera, un po’ di cultura indio-americana e soprattutto sulla realtà femminile. Categorizzato come Thriller, comunque secondo me è più un semplice triller: le protagoniste sono due donne, le quali basano molte delle decisioni proprie sono basate sulla loro maternità. Tutt’e due madri, hanno un rapporto molto freddo tra di loro, molto statunitense. Cioè anche se non si comunicano cose carine, o non si confidano tra di loro, comunque si crea un legame, ed il rapporto si avvicina. Comunque il comportomanento continua ad essere freddo e secco, come se gli individui volessero ignorare l’inevitabile avvicinamento che succede a noi esseri viventi quando passiamo del tempo e delle avventure assieme.

Scene interessanti

Ultimo giro, quando le due protagoniste vanno a prendere due clandestine a Montreal, il tipo Bruno, gli passa solo 600 dollari, anziché 1200. E la situazione si scalda. Bruno stuzzica le donne facendo vedere che chi ci avrebbe rimesso sarebbero state le due clandestine e non tanto lui. Quindi ha giocato sulla moralità delle due spacciatrici, specialmente di Ray, la quale decide, anziché di ridargli indietro i sacchi e fare retrofront senza auto, di caricare le clandistine e poi convincere Bruno di farsi dare gli altri 600 dollari.

Quindi un’altra scena che mostra come il film fosse basato sul rapporto tra donne, su come certe decisioni vengono prese, e sulla realtà femminile.

Morale

Di morali non ne ho viste, veramente. Il film mostra la conseguenza di eventi illegali o negativi attraverso la punizione, quindi forse quello di essere beccati, prima o poi, quando le cose vengono fatte di nascosto, e quando si mente.

Advertisements


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

et cetera
%d bloggers like this: